Elena Pugliese

La didattica è una pratica di ricerca. Come esperta in metodologia autobiografica dal 2011 conduco laboratori di scrittura autobiografica, sia di base che avanzati.

Nel 2012 ho ideato e condotto il corso di ORTOBIOGRAFIA, in cui l’esperienza diretta in un orto urbano permette di sperimentare la narrazione  autobiografica, secondo un duplice e parallelo percorso. Orto e scrittura hanno un terreno ricchissimo di similitudini.
Il laboratorio  intende illustrare come sia utile e stimolante avvicinare la scrittura autobiografica all’esperienza diretta nella cura di tutte le fasi di un ciclo vitale, dalla semina fino alla raccolta.
Di come le tecniche e i segreti dell’orto diventano  una metafora perfetta ai temi di un percorso autobiografico: le origini, la nascita, gli eventi marcatori, le perturbazioni, la semina, le tracce, l’attesa, fino alla raccolta, a ciò che resta.
Un contatto con la terra che sottolinea i contrasti tra la nostra cultura e la nostra natura.

Dal 2017 conduco workshop di Autobiografia domestica in spazi privati o disabitati.
Il tema è quello della quotidianità. Abitare un luogo vuol dire agire un’esperienza quotidiana. Una serialità di scelte molto personali. Una ripetizione che può guarire come ammalare. L’unica àncora, l’unica cosa certa è la storia personale, che unisce noi al gesto, noi all’oggetto, noi ai riti, compatta, rafforza e sancisce l’unicità.
Si tratta di imparare – per usare un’espressione del sociologo belga Claude Javeau – a “prendere il futile sul serio”. La quotidianità è un processo creativo, nel senso di trasformativo, comprenderla vuol dire comprendere in che modo stiamo al mondo. Tre giorni di azioni e scrittura alla scoperta dell’unicità dei propri gesti, azioni e manie.