Elena Pugliese
drammaturga

a woman left lonely – omaggio a Janis Joplin

janis

di Elena Pugliese
con Maria Grazia Solano
regia Maria Grazia Solano
musiche di Janis Joplin interpretate dal vivo da Maria Grazia Solano e Supershock
produzione: Associazione Baretti

Una libera interpretazione della vita e della morte di Janis Joplin, leggendaria e controversa rock-blues star della Controcultura anni sessanta.
Figlia della repressiva e provinciale America del dopoguerra e delle disperate ribellioni Beat, Janis tocca un successo graffiante e viscerale fino al tragico decesso per overdose a soli 27 anni.
Lo spettacolo non intende narrare una leggenda, ma gli anni gloriosi e turbolenti di una ragazza americana che meglio di chiunque altro ha dato voce alle speranze, alle delusioni e al coraggio di una generazione intera.
Si dà vita dunque ad un vero e proprio concerto, per l’esattezza l’ultimo di Janis Joplin, a Port Arthur, suo luogo d’origine.
Ispirandosi alla nota abitudine che Janis aveva di conversare con il proprio pubblico, Maria Grazia Solano interpreta l’artista narrando in prima persona le sue passioni e il suo mal di vivere, alternando brani originali cantati dal vivo a intensi monologhi che ci riportano a un passato di speranze e lotte in fondo mai concluso.
Sulla scena, oltre a Maria Grazia Solano, il gruppo musicale Supershock che accompagna l’interprete ricalcando il leggendario gruppo di Janis, i Big Brothers & The Holding Company.
Ne emerge un ritratto appassionato e carico della grandezza di Janis, che da quella fatidica domenica del 4 ottobre 1970 non ha mai perso di forza e attualità.