Elena Pugliese
drammaturga

You are but you are not

you are but you are not

YOU ARE BUT YOU ARE NOT
Un’audioguida sul tema dei confini e dell’ospitalità per la città di Bolzano
di Kolar Aparna e Beatrice Catanzaro
testo di Elena Pugliese
voce versione italiana: Andrea Castelli
voce versione inglese/tedesco: Johann Nikolussi
un progetto di Lungomare – Bolzano
con il patrocinio dell’UNHCR
Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati

Inaugurazione: 6 maggio 2017

L’ audioguida ad oggi può essere noleggiata presso la Biblioteca del Mondo e l’ Azienda di Sog- giorno e Turismo o essere ascoltata direttamente su una piattaforma digitale internet in versione adattata senza silenzi di percorrenza. Per info: http://www.lungomare.org

La stesura drammaturgica
Il lavoro di scrittura dell’audioguida si inserisce all’interno del progetto di Kolar Aparna (geografa) e Beatrice Catanzaro (artista), curato da Lungomare. Un lungo lavoro il loro sul tema dei confini e dell’ospitalità, che ha coinvolto diversi soggetti per diversi mesi.
Di fronte a una tematica così attuale, complessa e delicata il lavoro è stato svolto con estrema attenzione. Passo a passo, cercando la poetica e la forza espressiva necessaria per far compiere all’uditore un’ esperienza il più possibile immersiva. Un testo rappresentabile vocalmente e in perfetto sincro con il paesaggio. La voce è importante quanto il testo. Gli attori Andrea Castelli e Johann Nikolussi su indicazioni di regia sono riusciti a trasformarla in puro strumento. Nessuno interpreta nessuno. Con l’ audioguida il pubblico accetta di mettersi in cammino e in ascolto per 20’ circa. Occorre non farlo sentire mai solo, mai perso, accompagnar- lo senza invaderlo. Ho scelto di dividere il testo in tre capitoli, come una mappa concettuale, con tre ritmi, tre stili, tre temperature di- verse. Il primo capitolo è una condizione: l’ attesa. Il linguaggio è semplice perché chi parla è un uomo, semplicemente un uomo. Ci introduce nella sua esperienza di vita. L’ ascolto è subito intimo, privato. I silenzi sono importanti quanto le parole, aiutano a immergersi per gradi. L’ uditore deve avere il tempo di capire chi è che parla, cosa gli sta dicendo e deve arrivare a dargli fiducia, a seguirlo con empatia. Mi interessava creare il calore della vicinanza, pur nella diversità. Il secondo è come un manifesto: la procedura. Si entra nel piano della realtà, è ciò da cui non si può sfuggire. Occorre diventare funambuli per non perdere il proprio equilibrio. Qui c’è la freddezza che solo un ciclostilato può avere. Il terzo è il finale immersivo: l’ orbita. È il capitolo che consegna un ruolo all’uditore. Da spettatore diventa protagonista del suo tempo. In un attimo è chiamato in causa, apre gli occhi e si accorge che la sua storia è immersa in tutte le altre, perché così si compie la Storia con la S maiuscola. C’ è dello spaesamento in casa propria, della potenza e dell’ impotenza, unione e disgregazione. Sono dell’ idea che per quanto un testo possa raccontare una storia, non ne potrà mai trasferire la verità, semmai la sua autenticità. Chi compie il percorso spero si porti a casa un’ esperienza autentica

you are but you are not

 

Il progetto
YOU ARE BUT YOU ARE NOT è un’audioguida sui temi dei confini e dell’ospitalità. Il testo trilingue, suddiviso in tre capitoli, è stato concepito come una traccia audio permanente per la città di Bolzano. YOU ARE BUT YOU ARE NOT è un progetto della geografa Kolar Aparna e dell’artista Beatrice Catanzaro, curato e prodotto da Lungomare nell’ambito del progetto di residenza di ricerca artistica 2016-2017. Il testo dell’audioguida è stato scritto da Elena Pugliese in collaborazione con le due residenti.

YOU ARE BUT YOU ARE NOT incrocia l’indagine teorica sul fenomeno della migrazione con una pratica di produzione culturale sul campo, muovendosi tra realtà e finzione. È il risultato di un processo di analisi e di lavoro condiviso con alcuni rappresentanti delle organizzazioni impegnate nell’accoglienza sul territorio, migranti, attivisti, studiosi e politici. L’audioguida segue un itinerario nello spazio pubblico della città di Bolzano. Inizia alla stazione ferroviaria, prosegue lungo i “margini” della città attraverso l’areale della stazione e si conclude nel parco Rosegger, davanti alla questura. L’ascoltatore è accompagnato da un narratore che, attraverso le sue parole, intreccia fatti reali e metafore e riflette sullo spostamento dei confini, sulla scrittura di biografie, sull’accoglienza e sul significato del diventare rifugiati in Europa. La voce narrante si mescola ai rumori della città e trasforma la percezione dello spazio urbano e dei passanti che lo popolano. Rivolgendo uno sguardo critico alla realtà, l’audioguida si relaziona al mutamento sociale del nostro presente. Con il loro testo le autrici propongono un viaggio in cui chi ascolta non è fermo in una condizione predefinita ma, attraverso le sue azioni e gesti, contribuisce alla produzione stessa dell’audio-guida.

Programma e mediazione
Oltre alle proposte di mediazione rivolte alle scuole e all’università, ogni giovedì alle ore 18.30 si svolgerà una visita guidata pubblica e gratuita. Al percorso audio seguiranno, presso l’installazione realizzata per il progetto dallo studio Messner Architects nel Parco della Stazione, incontri con esperti e moderatori su alcuni dei temi centrali e specifici di YOU ARE BUT YOU ARE NOT. Si potranno inoltre prenotare visite guidate per gruppi dedicati. Per tutta la durata del programma, l’installazione nel parco fungerà da punto d’incontro.

http://www.lungomare.org/project/migration-and-society/

The Project
YOU ARE BUT YOU ARE NOT is an audio-guide on the theme of borders and hospitality. The guide is trilingual (German, Italian and English), in three chapters, and is conceived as a permanent audio track for the city of Bolzano. YOU ARE BUT YOU ARE NOT is a project by artist Beatrice Catanzaro and the geographer Kolar Aparna and is curated and produced by Lungomare in the context of their long-term residency 2016-2017. The script of the audioguide was written by Elena Pugliese in collaboration with the geographer and the artist.

YOU ARE BUT YOU ARE NOT interconnects research on migration with cultural production, moves between reality and fiction, and is the result of participative research and work practices with the civil society, activists, reserachers, representatives of NGOs and refugees from the area around Bolzano. The audio-guide follows a given route in the public space of the city of Bolzano. It starts at Bolzano train station and moves along the “margins” of the city, passing through the area of the train station to the Rosegger Park, opposite the police central station (questura). The listener is guided by a narrating voice, which interlaces facts with metaphors, and reflects on the shifting of boundaries and the emergence of biographies, as well as on the conditions of hosting and becoming refugee in Europe. The voice of the narrator overlaps with the sounds of the city and changes perception of urban space and its passers-by. The piece aims to offer a reflective journey filtered by emotions produced by asylum procedures. Its creators aim to offer a journey in which the listerner is constantly also responsible to the production of the audio-guide in its performance, rather than forced into a fixed condition.

Programme and intervention
In addition to guided tours for educational institutions, there will be a free guided tour open to the public every Thursday at 6.30 pm. The audio guide will finish at the project’s installation in the Station Park and will be followed by a discussion with an expert and a moderator on specific topics relating to the YOU ARE BUT YOU ARE NOT project. In addition, guided tours can be arranged for groups at any time. The installation will become a meeting place and venue for the duration of the public programme, with talks, workshops and concerts.

Information and registration for guided tours
Stephanie von Gelmini – stephanie@lungomare.org +39 333 5209930