Elena Pugliese
drammaturga

l’isola

l'isola

di Elena Pugliese
con Enrico Dusio, Gianluca Gambino, Carlo Roncaglia
Enrico De Lotto: contrabbasso; Giò Di Masi: percussioni; Vincenzo Novelli: chitarre; Luca Zanetti: fisarmonica
musiche a cura di: Enrico De Lotto; disegno luci: Erica Garetto
direttore di allestimento: Giacomo Cuppari
regia di Carlo Roncaglia
prod. Accademia dei Folli/Cultura&Territorio

Attraverso la letteratura americana Pavese compie un viaggio che lo porta fuori dalle strette vedute del suo paese.
Una sorta di emigrazione letteraria, che attraversa l’America di Melville, Whitman e di tutti gli altri autori americani che nella traduzione hanno alimentato il suo bisogno di evasione.
A compiere questo viaggio però è Pinolo Scaglione (il Nuto de La luna e il falò): amico di sempre di Pavese. Pinolo non conosce l’inglese, né il mondo dell’editoria e della letteratura. Pinolo è sempre stato falegname e musicante per diletto.
E’ lui a narrare la storia del ‘Signor Professore’ e nel racconto, la sua minuziosa e piccola quotidianità langarola si intreccia con le sconfinate immagini americane che Pavese traduce e gli fa avere.
Pinolo, infatti, è convinto che Pavese traducesse per lui, per fargli capire cosa si stava perdendo stando nel suo piccolo mondo, per fargli ‘vedere’ ciò che lui non avrebbe mai potuto vedere, per condividere quegli spaccati d’America, come avrebbe fatto qualsiasi miglior amico che, partito per un lungo viaggio, invia sue notizie.
Così Pinolo viaggia per il mondo stando in collina.